In festa: Giornata del tè giapponese

ahi! Genki-desuka? (Buongiorno! Come stai?) Riesci a credere che sia la fine di ottobre? Quando le temperature scendono, le foglie cambiano colore e balliamo con le foglie che cadono, trovo che sia un momento meraviglioso per sedersi, bere una tazza di tè caldo e fare un respiro lungo e profondo... 

 

Foglie che cadono - Moé Kishida

 

Mentre molti di voi possono collegare il 31 ottobre come Halloween, una festa americana per dolcetti, trucchi e costumi, è più fondamentalmente il punto a metà strada tra l'equinozio d'autunno e il solstizio d'inverno. Questa festa astronomica è segnata in vari modi in tutto il mondo; in Giappone, il 31 ottobre è celebrato come il giorno del tè giapponese. 

La leggenda narra che in questo giorno il famoso monaco Eisai ha portato i primi semi di tè dalla Cina al Giappone. A quel tempo le preparazioni del tè erano estremamente amare e usate per scopi medicinali o per prevenire la sonnolenza (ad esempio, durante la pratica della meditazione). Il libro più antico del Giappone sul tè, che include metodi di coltivazione e utilizzo, "Tea Yoseiki" (Giapponese:「喫茶養生記」) è stato scritto anche da Eisai ed è un importante documento sulla storia del tè. I monaci e gli aristocratici a quel tempo preparavano il tè mescolando acqua calda e foglie di tè alimentate, che era simile alla contemporanea dinastia Song in Cina. Questo tipo di preparazione e la sua cultura raffinata e mirata sembrano essere la radice del tè giapponese; nello specifico, tencha in Giappone. Nel corso dei secoli, il tè si è diffuso maggiormente e la cultura e le tecniche di preparazione si sono ulteriormente sviluppate tra i samurai e in seguito tra la gente comune in Giappone.

 

Anniversari del tè giapponese

Dopo ulteriori indagini, sembra che ci siano altri giorni del tè promossi da diverse istituzioni per promuovere diversi tipi di tè giapponese. Alcuni esempi: 


Giorno del Matcha è 6 febbraio ed è stata fondata nel 1992 dalla Nishio Tea Trade Association per commemorare il 120esimo anniversario di Nishio Tea (cioè, Nishio, la prefettura di Aichi è una regione famosa per la loro produzione di matcha di alta qualità). Questo giorno è stato scelto come "2" e "6" in giapponese possono essere pronunciati insieme come "furo", che potrebbe significare una vasca da bagno. Tuttavia, nella cerimonia del tè giapponese, in realtà si riferisce all'area del camino di una casa da tè che viene utilizzata per far bollire l'acqua.  

Foto di AOI-Seicha.

 

Giornata del tè verde è 1/2 maggio e segna l'apertura tradizionale della stagione primaverile del tè, quando si raccolgono i primi raccolti di sincha. È l'88° giorno dal primo giorno di primavera. Mentre la giornata è stata ufficialmente riconosciuta solo nel 1990, una canzone tradizionale per raccogliere il tè indica che celebrare l'arrivo dell'ottantottesima notte è molto più antico. 

Mugicha Giorni, il 1 giugno, coincide con l'inizio della stagione della raccolta dell'orzo, il che ha perfettamente senso poiché non c'è niente di meglio di una mugicha fatta con appena appena e tè fresco. Il Mugicha Day è stato ufficialmente celebrato per la prima volta nel 1986.

Giorno di Genmaicha cade il 1 novembre, il che ha ancora senso perché è anche l'inizio dell'anno del chicco di riso (Giapponese:; beikokunendo), l'anno in cui il riso viene commercializzato in Giappone. 

 

In effetti, alcuni di voi potrebbero sapere che c'è un'altra Giornata del tè giapponese che cade il 1° ottobre. Questo è il giorno in cui il signore feudale Toyotomi Hidetoshi ha tenuto la famosa cerimonia del tè chiamata “Grande cerimonia del tè Kitano” al Kitano Tenmangu di Kyoto nel 1587. Questa cerimonia del tè fu determinante perché aperta a tutti. Cioè, non era esclusivo di signori feudali, aristocratici e maestri del tè. Se uno era appassionato della cerimonia del tè, potevano partecipare anche persone comuni e stranieri. Poiché questa cerimonia ha segnato il giorno in cui l'elevata cultura del tè è diventata accessibile a tutti, indipendentemente dal proprio status, questo giorno è anche noto come Giornata giapponese del tè.

Bene, immagino che ci siano molti anniversari da celebrare e da apprezzare per il tè giapponese. Mentre passiamo gradualmente ai mesi invernali più freddi e bui, spero che tu possa prenderti il ​​tempo per goderti una tazza di tè giapponese che scalda il cuore in questo giorno speciale!

 

Giornata del tè giapponese

Perché non festeggiare sia Halloween che il tè giapponese!? Abbiamo abbinato dolcetti francesi di Halloween (bulbi oculari di panna cotta e una soffice sorpresa di zucca e castagne) con Bancha . di 3 anni di Uejima-san. L'arrangiamento dovrebbe sembrare un orso spettrale!


Immagine in primo piano di Aoi Seicha a Nishio, nella prefettura di Aichi. 

 



Halloweencultura giapponeseTè giapponeseMoe kishidaStoria del tèFesta del tè

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati