Equinozio di primavera-Moé Kishida

Felice (tardivo) equinozio di primavera!

Ti sei goduto nuovi odori o una nuova crescita di piante, più verde e sole, fiori che raggiungono tverso la luce? In Giappone, il equinozio di primavera (in giapponese; 春分 の 日 shunbun no ciao) è ormai festa nazionale per dare il benvenuto alla stagione primaverile, per celebrare i cicli della natura e degli organismi viventi con riverenza e onore. 

Questa volta coincide anche con la stagione “hanami” in cui ci concediamo e ammirare la bellezza di diverse varietà di alberi di ciliegio (sakura) con la famiglia e gli amici, in particolare il alberi di someno yoshino (check-out: Senti Sakura nella tua mente, porta Sakura al tuo tavolo di Sachiko-san).  Infatti, il 22 di questo mese l'Agenzia meteorologica giapponese ha annunciato che il qualcuno yoshino i fiori sono in piena fioritura a Tokyo. Sfortunatamente, quest'anno, a causa del Covid, i giapponesi sono stati fortemente incoraggiati ad astenersi dai loro consueti incontri sociali sotto gli alberi in fiore. I parchi principali hanno persino recinzioni per evitare i picnic, ma ovviamente i fiori continueranno la loro bellissima esibizione!

 

Somei yoshino: Moé Kishida.Somei yoshino sboccia a Tokyo, in Giappone; foto di Moé Kishida.

 Giardini del tè Kanhi-Sakura-KajijharaCerasus campanulata (Giapponese: 寒 緋 桜 カ ン ヒ ザ ク ラ); fotografato da Giardino del tè Kajihara

 

10 ° anniversario del grande tsunami e del terremoto 

Mentre i fiori di ciliegio continuano a stupire, due settimane fa L'11 marzo ha segnato il decimo anniversario del Grande Tsunami e del Terremoto (9.0 magnitudine (Mw)) che ha causato una devastazione senza precedenti nel Giappone nord-orientale. Anche se personalmente sento che vorrei ricollegarmi un po 'di più ai ricordi e alle persone che ho incontrato in quell'anno, mi ha fatto ricordare il Kanji giapponese dell'anno 2011, "Kizuna" che si riferisce ai legami e alle connessioni tra le persone.

Kizuna è stato votato dal pubblico come kanji dell'anno come 2011. L'anno straziante ha visto il popolo giapponese riunirsi come nazione e insieme all'aiuto di molti paesi per sostenere coloro che sono stati colpiti dal terremoto e dallo tsunami. Ancora oggi, più di 40,000 persone non sono ancora in grado di tornare alle loro case a causa della contaminazione radioattiva della centrale nucleare di Fukushima. E i sopravvissuti stanno ancora lottando per riprendersi dalle ferite, soprattutto da quelle che rimangono nei loro cuori. Se non hai letto la newsletter più recente di Yunomi, questo mese, stiamo abbinando i fondi a Peacewinds Japan (fino a 100,000 yen), in ricordo di questa giornata. 

 

Baia di Kesennuma, Prefettura di Miyagi, Giappone, 19 aprile 2011; foto di Moé Kishida.

 Città di Rikuzen TakataCittà di Rikuzen-Takata, Prefettura di Iwate, Giappone, primavera 2011; foto di Kenzo Nishi. 

 

In questo decennio, con l'attuale situazione di allontanamento sociale, stiamo tutti sperimentando un grado di separazione, solitudine e mancanza di interazione umana e di contatto. D'altra parte, dato che forse stiamo tutti trascorrendo più tempo a casa, potresti bere più tè giapponese ... Aha! ritieni che alcuni kizuna (legami / connessioni) siano stati rafforzati durante questa pandemia? Con la famiglia, gli amici intimi e forse anche con i coltivatori di tè giapponesi? Sono curioso di scoprire nuove intuizioni sulla parola kizuna in questi tempi. 

 

Conto alla rovescia per la stagione di Shincha! 

Per concludere con una nota positiva, il giorno dell'equinozio di primavera, mi sono reso conto che ora siamo a metà strada (e mentre scrivo, meno della metà!) Per hachi-jyu hachi-ya (八十八 夜 ; l'88a notte), che significa l'inizio della shincha (新 茶 ; new tea / first flush) della Premier League.

Per rivedere, in Giappone, hachijyuhachiya si riferisce all'88a notte dall'inizio della primavera (cioè, 2 o 3 febbraio) secondo il calendario lunare giapponese. In Occidente, si può avere familiarità con questo periodo come il giorno della marmotta o il giorno di Santa Brigida. Tradizionalmente in Giappone, molte persone erano coinvolte nell'agricoltura. Così, l'88a notte ha significato un momento in cui i contadini sono diventati molto occupati quando hanno iniziato a raccogliere le foglie di tè fresche e hanno iniziato a piantare i semi.

Oggi, lo shincha non viene sempre raccolto l'88a notte (che cade intorno al 2 maggio) poiché il tempo del primo raccolto dipende dalle condizioni meteorologiche, dalla piantagione del tè, dalla regione, dai cambiamenti climatici, ecc. la prima raccolta può avvenire anche a marzo. I coltivatori di tè e gli amanti del tè utilizzano ancora il termine hachijyu-hachiya e il primo tè a filo è ciò che tutti aspettano, poiché le nuove foglie sono considerate le migliori. Queste foglie hanno una freschezza speciale, una delicatezza e una dolcezza che è un bel richiamo per entrare nella luce dell'estate. È persino più ricco di nutrienti rispetto ad altri raccolti, forse perché i cespugli di tè hanno immagazzinato i nutrienti durante i mesi invernali ... Sì! Questo è quando piace ai coltivatori di tè Uejima-san (piantagioni di tè di Uejima) inizia ad entrare in modalità guerriero e Ayumi-san (Chittorattsu) si dimentica di ascoltare i canti degli uccelli perché sono così impegnati con la mietitura.

L'equinozio di primavera segna il punto medio dell'88a notte. Abbiamo ancora più di un ciclo lunare da percorrere, ma sembra dolce e radicato avere qualcosa da guardare avanti, che è in linea con i ritmi della Terra. E anche se Madre Natura può essere tremendamente potente e dura, sto apprezzando la nuova energia primaverile che vibra intorno a me.


Shichigahama, Prefettura di MiyagiFioritura dei fiori nei conseguenze dall'11 marzo, primavera 2011; Shichigahama, Prefettura di Miyagi, Giappone; foto di Moé Kishida.

 

Shincha 202188a nottefiori di ciliegiomarzo 11thMoe kishidaSakuraShinchaPrimavera

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati