Un piatto giapponese confortante con il tè: Ochazuke

Hai mai provato il piatto giapponese chiamato OchazukeOchazuke non è un piatto che si incontra tipicamente nei ristoranti giapponesi fuori dal Giappone. È più un piatto familiare e tradizionale che si gusta a casa. Potresti averlo incontrato in un popolare Serie TV antologiche giapponesi detto Cena di mezzanotte che presenta un sacco di semplici comfort food giapponesi dove è lo spuntino di riferimento per tre amiche (e per questo vengono chiamate sorelle Ochazuke). 

Ocha significa "tè" e zuke significa "inzuppato" così come suggerisce il nome, ochazuke è fondamentalmente un piatto che prevede il tè versato su una ciotola di riso. In generale, il tè che viene versato sopra è a Sencha, Bancha, hojicha - qualche tipo di tè giapponese. Negli ultimi anni, le persone hanno gustato ochazuke secondo le loro preferenze o con qualsiasi cosa sia prontamente disponibile nelle loro case. Con semplice acqua calda, fredda muggito, zuppa e brodo di zuppa. Questi rientrano tutti in quello che chiamiamo ochazuke. Oggi vorrei condividere con voi qualcosa in più su ochazuke, la sua storia e forse ispirarvi a provare a fare ochazuke a casa!

 

Storia di Ochazuke

Si dice che questo modo di apprezzare il tè versato sul riso iniziò durante il periodo Edo (1603 - 1868). Tuttavia, sembra che le basi di Ochazuke (vale a dire, versare liquido sul riso) può essere fatto risalire al periodo Jomon (14,000 - 300 aC), quando il riso iniziò a essere raccolto in Giappone! Questo periodo ha visto una combinazione di cacciatori-raccoglitori e gestione delle piante a bassa intensità. Quindi, una transizione verso l'agricoltura a tutti gli effetti e potenzialmente anche il risone. Durante questo periodo si pensa che le persone mangiassero riso con acqua calda o versata sopra. Le prove suggeriscono che il riso è stato coltivato per almeno 3,000 anni in Giappone. Riferimenti a yuzuke e suihan in famose opere letterarie giapponesi come il Genji Monogatari (「原始物語」; Il racconto di Genji)  e Makura no soushi (「枕草子」; I racconti del cuscino), suggeriscono che ochazuke fu consumato nel periodo Heian (794 - 1185). Yuzuke significa acqua calda sul riso e suihan, acqua sul riso. Ovviamente non c'erano cuociriso in questo periodo che potessero magicamente trattenere il calore del riso, quindi il riso si sarebbe inevitabilmente raffreddato e si sarebbe asciugato. Per questi motivi, le persone hanno naturalmente iniziato a versare acqua calda e acqua sul riso per mantenere il calore e l'umidità del riso. 

Quindi, quando hanno iniziato a versare i giapponesi? ocha (tè) sul riso? Se sei aggiornato con la tua storia del tè giapponese, si spera che tu abbia indovinato "Il periodo Edo". Eccellente! Più specificamente, a metà del periodo Edo, quando bancha e sencha divennero più accessibili e preferiti dalla gente comune. Anche se si diceva che il sencha contenesse più umami, durante questo periodo era più comune per le persone versare il bancha sul riso. Divenne un pasto molto tipico per i servi nelle famiglie della nobiltà perché l'ochazuke era un pasto che potevano preparare e mangiare senza molto tempo di preparazione o problemi. Le verdure sott'aceto erano fondamentalmente gli unici contorni che i servitori potevano consumare liberamente nella loro dieta frugale. Quindi impilavano i sottaceti come una montagna (!) In cima al loro ochazuke e si dice che questo abbia fortemente influenzato il modo in cui l'ochazuke viene consumato oggi. 

E con il tempo, le persone hanno iniziato a mangiare ochazuke con diversi condimenti come prugne secche, alghe, salmone e uova di merluzzo. In questo modo, ochazuke iniziò ad essere apprezzato sempre di più. Durante il periodo Edo, le persone generalmente cucinavano il riso una volta al giorno. Quindi, le persone mangiavano riso caldo al mattino, poi la sera mangiavano gli avanzi, ma sotto forma di ochazuke in modo che fosse caldo. Durante il periodo d'oro del periodo Edo (Era Genroku), si aprirono punti ristoro chiamati Chazuke-ya e l'ochazuke veniva apprezzato come fast food per la gente comune. È durante questo periodo che l'ochazuke è diventato popolare come un modo facile e conveniente per mangiare un pasto e un modo per consumare il riso che era diventato freddo. Può essere importante notare anche che ochazuke permetteva di mangiare ogni chicco di riso coltivato dal contadino, apprezzando e riconoscendo quindi il duro lavoro del coltivatore di riso.

 

Ochazuke istantaneo

Nel 1952, l'azienda alimentare Nagatanien iniziò a vendere il primo ochazuke istantaneo. Forse, se hai vissuto o visitato in Giappone, li hai trovati facilmente reperibili nei supermercati/minimarket o hai persino provato questi famosi pacchetti istantanei. 

 

In realtà ne avevo uno a casa! Grazie a un caro amico del college che mi ha inviato questo dagli Stati Uniti (come puoi vedere, i pacchetti hanno la scrittura in inglese) mentre ci siamo ricollegati durante la pandemia. Questo è prugna sottaceto gusto. 

 

Fondamentalmente, tutto ciò di cui hai bisogno è una ciotola di riso (avere riso avanzato è molto tipico in una famiglia giapponese) e acqua calda. Versa il contenuto del pacchetto di ochazuke istantaneo sopra la tua ciotola di riso e versa acqua calda. E voilà! Il tuo ochazuke è pronto da mangiare. 

Assomiglia al tè verde ma in realtà è piuttosto salato in quanto contiene un brodo di zuppa. Sì! Un gusto decisamente diverso quando si prepara l'ochazuke con un tè giapponese di qualità... ma con la versione istantanea, non è necessario preparare alcun contorno per insaporire il proprio ochazuke, poiché è già saporito. Gli ingredienti generalmente includono alghe secche, Arare (che in questo caso sono piccolissimi bignè/cracker di riso), sale, polvere di tè verde e, a seconda del sapore, potrebbero esserci salmone liofilizzato, prugne sottaceto, wasabi, ecc. Oggigiorno, aziende diverse da Nagatanien hanno i loro ochazukes e probabilmente si troveranno diversi tipi di ochazuke in diverse regioni del Giappone. Puoi trovare un wasabi ochazuke at Yunomi, Troppo! 

 

Ochazuke, oggi

Oggi, ochazuke continua ad essere un pasto confortante e facile da preparare. A parte i pacchetti istantanei, le persone apprezzano ochazuke in una varietà di modi. Alcune persone preferiscono che la base liquida sia semplice acqua calda, altre il tè, alcune hanno persino sperimentato il matcha! A volte, in un ristorante dove viene servito ochazuke, possono servirlo con una zuppa a base fatta in casa, unica nel loro ristorante. Esistono anche variazioni regionali. La prefettura di Shizuoka è famosa per Ochazuke condita con anguilla alla griglia chiamata (Unacha), mentre a Kyoto è conosciuto come bubuzuke. È stato a lungo detto che a Kyoto, se il tuo ospite ti chiede se desideri un po' di bubuzuke, può essere un sottile segnale che è ora che tu te ne vada! Tuttavia, se ciò sia vero oggi o sia mai stato vero è in realtà piuttosto ambiguo. L'area di Kyoto è anche famosa per il suo assortimento selvaggio di verdure sott'aceto che servono come condimento fantastico per il loro bubuzuke. In effetti, il tipo di sottaceti e il modo in cui sono fatti erano unici per ogni famiglia e alcuni ancora oggi fanno i loro sottaceti secondo come facevano i loro antenati dal periodo Edo. Se hai la possibilità di visitare Kyoto, puoi anche gustare il bubuzuke con un vasto assortimento di sottaceti giapponesi (oltre 10 tipi!) di stagione in un famoso negozio di sottaceti. 


Bene, questo è ochazuke per te! Un comfort food molto antico con variazioni regionali e significato sottile. Se hai dei preferiti personali di ochazuke, condividili con noi. Prima di chiudere, vorrei darvi la mia raccomandazione personale per Ochazuke. In un accogliente yakitori (pollo/carne allo spiedo) ristorante nel quartiere dei miei genitori a Tokyo, hanno un? yaki-onigiri chazuke, Che è un Ochazuke con una polpetta di riso alla griglia ed è molto carino! In realtà abbiamo provato a farlo sulla nostra griglia qui in Francia. In pratica, invece di versare il tè su una ciotola di riso, si preparano prima le polpette di riso grigliate, metodo anch'esso antico. Gli archeologi hanno trovato i resti carbonizzati di una palla di riso datati 2,000 anni fa! Se non hai mai preparato le polpette di riso, è meglio usare il riso giapponese (lo stesso riso a chicco corto usato per fare il sushi), per la sua consistenza morbida e appiccicosa.

 

Polpette di risoPalline di riso pronte per essere grigliate con una glassa a base di salsa di soia. Ho aggiunto il furikake (che includeva un po' di shiso, alghe, semi di sesamo, ecc.) Al riso per aggiungere un po' di colore e sapore.

 

All'interno delle palline di riso, puoi aggiungere tutti gli ingredienti che in genere aggiungeresti alle palline di riso, come pezzi di salmone grigliato, prugne sottaceto e alghe aromatizzate. Ovviamente non è necessario grigliare le polpette di riso. Ma la mia raccomandazione personale è di fare questo passaggio aggiuntivo perché conferisce all'esterno della palla di riso una bella consistenza croccante che completa meravigliosamente l'interno della palla di riso e la base del tè o della zuppa. Quando grigliate le vostre polpette di riso, potete glassare l'esterno con una sorta di miscela di salsa di soia, sake da cucina, mirin (un tipo di vino di riso) o sciroppo di zucchero per insaporire.

polpette di riso alla grigliaPolpette di riso alla griglia! 

 

Dopo che le palline di riso sono pronte, metti una palla di riso (o due, se hai fame!) In una ciotola e aggiungi qualche guarnizione a tua scelta, come alghe secche e shiso. Il passaggio finale è versare il tuo tè giapponese preferito e gustarlo mentre è caldo. Naturalmente, se lo preferisci freddo perché è estate, anche questa è un'opzione. L'abbiamo fatto la sera, quindi abbiamo scelto di versare sopra il quarto ripido del giorno? kamairicha (dal giardino di Miyazaki Sabou). Anche se forse ci mancavano gli ingredienti giapponesi perfetti, siamo rimasti contenti di come questi yaki-onigiri chazuke venne fuori... Buon appetito!

 Yaki-onigiri Chazuke

 

Immagine in evidenza: Fare Ochazuke con ciò che è prontamente disponibile a casa. Sardine (cotte e improvvisate stile kabayaki con zenzero) e fiocchi di shiso secchi viola come condimenti sul riso integrale avanzato. Il tè scelto? Un bancha della Takeo Tea Farm. Foto di Jimmy Burridge. 



BanchaBubuzukeLa Nostra StoriaHojichaCucina casalingaMoe kishidaMugichaOchazukeSencha

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati