Riproporre le foglie di tè giapponesi

Saluti! 


Come è iniziato l'anno 2021 per te? stavo ascoltando a un podcast che tocca il concetto di "svernamento" l'altro giorno, considerando anche il periodo dell'anno, ho pensato alla necessità di periodi di dormienza, contemplazione e lento rifornimento. Quali attività invernali ti sei divertito? Forse se vivi in ​​un posto freddo, potresti regalarti la tua speciale tisana invernale davanti a un fuoco ...


Quando sono in Giappone, un'attività invernale che attendo con impazienza è quella di essere nascosto in un kotatsu (Giapponese: 炬 燵, un tavolino coperto da a Futon o una coperta pesante con una fonte di calore all'interno che genera calore) e mangiare quante più gustose clementine possibile. Per renderlo più accogliente, a volte mi concedo quello che viene chiamato a kuzu-cha, una bevanda a base di arrowroot (pueraria montana var .lobata). L'amido della radice addensa l'acqua ed è spesso addolcito, quindi in Giappone è apprezzato come un dessert. Kuzu sembra essere sempre più comune anche al di fuori dell'Asia orientale in questi giorni, come prodotto per la salute per alleviare l'emicrania o per affrontare i problemi digestivi. 

 

Riproporre le foglie di tè giapponesi

Oggi, vorrei condividere un progetto artistico di svernamento con cui abbiamo lavorato chagara (in giapponese: 茶 殻); ciò a cui ci riferiamo come foglie di tè usate. Forse un aspetto positivo della pandemia è stato il fatto che c'è stato più tempo e spazio per gustare il tè giapponese, il che è stato fantastico ma ha anche dato origine a molti chagara! Certo, farli partecipare alla danza del compost è un'opzione, ma quali percorsi alternativi ci sono?  

 

Un modo semplice e popolare per riutilizzare chagara di questi tempi è semplicemente mangiarli! Questo vale soprattutto per shincha (primo tè a filo) in quanto le foglie tendono ad essere morbide, senza molta amarezza e di buona qualità da mangiare. Inoltre, per quelli di voi che non sono un grande fan dei gusti amari, mangiare il chagara of Gyokuro può essere una buona opzione perché gyokuro contiene meno catechine rispetto a un file Sencha.

 

In generale, le foglie di tè contengono vitamine e minerali sia idrosolubili che liposolubili. Bevendo il tè si ottiene circa il 30% dei nutrienti. Ma il chagara nella tua teiera sono pieni del restante 70% di vitamine e minerali. inizialmente potete condirli con salsa di soia, un po ' ponzu, olio di sesamo, sale, qualunque cosa si adatti alla tua fantasia. Gli intenditori di tè sembrano essere in questo genere di cose in questi giorni. Le persone li aggiungono anche a zuppe di miso, insalate, li usano come condimento per tofu, pasta, pizza ... Sì, va bene tutto! 

 

Riproporre le foglie di tè giapponesi

Dopo aver gustato 4 ripide di gyokuro di Yame, Mi sono divertito ad esplorare mangiando il chagara (foglie di tè giapponesi impregnate).  My preferito era aromatizzarlo con un po 'di olio di sesamo, semi di sesamo tostati e un pizzico di sale grosso. Usare un po 'di ponzu può essere carino e anche agrumato! 

 

Mentre potrei sicuramente esplorare di più in termini di mangiare e cucinare con i nutrienti abbondanti chagara, personalmente, non mi sono sentito troppo attratto dal mangiare il tè. Ma fare arte con le foglie di tè? Questa è una storia completamente diversa! Abbiamo deciso di provare una vista dei campi di tè con il Monte Fuji sullo sfondo, vicino a una vista panoramica che si può incontrare a Imamiya, nella prefettura di Shizuoka. Dopo aver gustato il tè, dovrai asciugare le foglie di tè. Mettiamo la nostra su un piatto sopra il termosifone di casa per un giorno o due.

 

Di seguito, puoi vedere la selezione di foglie di tè essiccate. Se hai abbastanza familiarità con i diversi tipi di tè giapponesi, puoi persino identificare quale è il Genmaicha (Tè verde giapponese con riso tostato) , i hojicha, e i tè verdi (ovviamente, visivamente, è difficile dirlo Gyokuro a parte il Sencha, eccetera…). C'è anche un kamairicha / miscela di citronella che risalta al centro! 

 

Foglie di tè giapponesi usate

 

Una volta che ci siamo sentiti come se avessimo abbastanza foglie di tè per fare arte, abbiamo iniziato il divertimento. Solo un avvertimento, questa non sarà arte perfetta o stravagante. Pensala più come un'improvvisazione! 

 

 

Fondamentalmente abbiamo spremuto la colla sullo sfondo, scosso alcune foglie di tè, quindi abbiamo tamponato delicatamente le foglie di tè nella colla. Successivamente, abbiamo rifinito i bordi con le dita o con gli stuzzicadenti. Questo processo è stato ripetuto con diversi tè per diverse parti del design.

 

 

Dopo aver dipinto il cielo blu e usato carta leggera per le nuvole, abbiamo riempito le colline e abbiamo sormontato il Monte Fuji con un po 'di vernice acrilica per far sembrare la neve. Potrebbe essere stato bello usare qualcosa di piccolo come soba-cha (tè di grano saraceno) per il Monte Fuji, ma ehi, questo è solo il nostro primo tentativo chagara arte del tè.

 

 

Ci piace come il file batabatacha le foglie si sono rivelate, che puoi vedere nel mezzo con un colore più chiaro e un aspetto simile a un ramoscello. Quindi abbiamo applicato una mano di colla spray su tutto il tutto per evitare che le foglie di tè cadessero e voilà, c'est fini!  

 

Sebbene questo fosse un progetto artistico amatoriale, per me l'atto di mettere insieme le cose è stato un processo confortante e catartico. Cioè, in un momento in cui stiamo sperimentando l'allontanamento sociale; forse essere isolati e scollegati dalle nostre famiglie, amici e comunità ... per incollare, collegare, riunire le cose è stato gratificante. 

 

Eventuali prime impressioni su questo chagara (foglie di tè usate) progetto artistico? Se hai scoperto altri modi per creare arte con foglie di tè o riutilizzare le tue foglie di tè giapponesi usate, ci piacerebbe sentire. Ho in programma per il prossimo futuro di sperimentare con la creazione furikake (ingredienti giapponesi secchi da cospargere sopra il riso o da utilizzare per preparare polpette di riso) chagara. Spero di tenerti aggiornato su come procede il processo. 

 

Buon tè a bere e creare! Oh, e inviamo buoni pensieri per una felice festa della marmotta domani, che corrisponde a setsubun(節 分) in Giappone. 



Immagine e foto in primo piano da questo post del blog di Moé Kishida. 




ArteBatabatachaChagaraCulturaFoglie di tè essiccateGyokuroMoe kishidaRiproporre le foglie di tèPrefettura di ShizuokaFoglie di tè usate

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati